Easter / Pasqua 2016

A VERY HAPPY EASTER 2016 TO ALL OUR TRUE FRIENDS AND FAMILY FROM FRANCIS AND SANDRA WISHING THEM A DAY FILLED WITH PEACE, HARMONY AND JOY

 index

(Piero Della Francesca : Resurrezione /Resurrection : Museo di Sansepolcro)

 

“This is the greatest picture in the world. Great it is, absolutely great, because the man who painted it was genuinely noble as well as talented. And to me personally the most moving of pictures, because its author possessed almost more than any other painter those qualities of character which I most admire…. A natural, spontaneous and unpretentious grandeur – this is the leading quality of all Piero’s work. He is majestic without being at all strained, theatrical or hysterical. He achieves grandeur naturally with every gesture he makes, never consciously strains after it.

Aldous Huxley, “The Best Picture” an essay originally published in 1925 in “Along the Road”

Travel writer H. V. Morton disclosed in ‘A Traveller in Italy’ published in 1964, that during World War II the town of Sansepolcro was saved from destruction by the efforts of Tony Clarke, a British Royal Horse Artillery officer (a division until recently stationed at the Royal Artillery barracks, Woolwich in the borough where I lived in London) when the allies were advancing up the Italian peninsula. Clarke had orders to shell Sansepolcro, where a German battalion was stationed but remembered the essay by Aldous Huxley describing the painting as “the greatest picture in the world”. Officer Clarke refused to give orders to bomb the town, disobeying instructions from his commanding officer and, thus, risking court-marshal.  Sansepolcro has a street named after Clarke and his brave action.  He was truly a ‘monument man’. For me Clarke displayed all those qualities of character which only great artists and lovers of great art possess.

If war has to continue to be a genetic malformation of the human psyche then may there be many more men like Clarke to save the world’s heritage from fanatic destruction!

I thank with all my heart my English literature Master Brian Worthington (who is happily still with us and who I hope to meet again this May) for reminding me of Huxley’s essay

***

UNA FELICE PASQUA 2016 A TUTTI I NOSTRI AMICI DI CUORE DA FRANCESCO E SANDRA AUGURANDOLI UNA GIORNATA PIENA DI PACE, ARMONIA E GIOIA

 index

(Piero Della Francesca Resurrezzione – Sansepolchro)

“Questo è la più grande immagine nel mondo. Grande è, assolutamente grande, perché l’uomo che l’ha dipinta era veramente nobile e di talento immenso. Per me personalmente è la più commovente di tutte le immagini, perché il suo autore possedeva, quasi più di ogni altro pittore, quelle qualità di carattere che ammiro di più. Possedeva una grandezza naturale, spontanea e senza pretese – questa è la qualità principale di tutta l’opera di Piero della Francesca. Egli è maestoso senza essere affatto teso, teatrale o isterico. Raggiunge la grandezza naturalmente con ogni gesto che fa, senza alcuno sforzo artificioso.”
Aldous Huxley, “The Best Picture” è un saggio pubblicato originariamente nel 1925 in “Lungo la Strada”.
Lo scrittore di viaggi, Morton, divulgò in “Un viaggiatore in Italia”, pubblicato nel 1964, che l’ufficiale Tony Clarke durante la Seconda Guerra Mondiale, salvò l’affresco di Piero della Francesca e la città di Sansepolcro dalla distruzione. Ufficiale della Reale Artiglieria a cavallo (fino a poco tempo fa stanziata presso la caserma dell’Artiglieria Reale, Woolwich vicino il quartiere dove abitavo a Londra) Clarke aveva salvato il dipinto durante i combattimenti, quando gli alleati avanzavano per la penisola italiana. Clarke aveva l’ordine di bombardare Sansepolcro, dov’era presente un battaglione tedesco.  Però si ricordò di quel saggio di Aldous Huxley che descrive il dipinto come “la più grande immagine nel mondo”.

Clarke rifiutò l’ordine di bombardare la città, disobbedendo gli ordini del suo comandante e rischiando così la disciplina del tribunale militare alleato. Sansepolcro ha ora una strada intitolata Clarke ricordando la sua azione coraggiosa. E’ stato veramente un ‘monument man’. Per me Clarke possiede quelle qualità di carattere che solo i grandi artisti e gli amanti dell’arte SUPREMA godono.

Se deve continuare a esserci questa insidiosa malformazione genetica della psiche umana che si chiama, “facciamo la guerra”, prego che ci siano più uomini come Clarke per salvare il patrimonio del mondo dalla distruzione dei fanatici e dei barbari.

Ringrazio con tutto il cuore, il mio professore di letteratura inglese, Brian Worthington (che è fortunatamente ancora con noi e che incontrerò in Italia questo maggio) per farmi ricordare del saggio di Huxley.

 

I

 

 

 

 

 

 

Advertisements

4 thoughts on “Easter / Pasqua 2016

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s